Buongiorno Fisiatri!

di David Fletzer

 

SI’ BUONGIORNO FISIATRI

Questo sito è rivolto a VOI e ai problemi di quelli che come noi amano la FISIATRIA ITALIANA, ritenendola uno splendido lavoro, che ha nelle sue “corde” molteplici potenzialità.

Certo spesso quando viviamo la nostra routine professionale non sempre abbiamo queste sensazioni positive perché, ma parlo di me ovviamente, ci sentiamo a volte incompresi e vessati.

La riabilitazione da molti viene vista come un lusso, quasi al pari della medicina estetica, ed è difficile ricordare ai politici ed agli amministratori locali che è una delle tre gambe del nostro servizio Sanitario Nazionale (SSN) tanto denigrato, da certi articoli o servizi televisivi sulla malasanità, che ha però garantito negli ultimi decenni, grazie a PREVENZIONE-TERAPIA-RIABILITAZIONE, la crescita dell’aspettativa di vita, che è invece cominciata a calare nell’ultimissimo periodo proprio per tutte le spallate, economiche e non solo, ricevute dal SSN.

Ci siamo incontrati con Domenico e Giancarlo e abbiamo pensato di trovare uno strumento valido per informare i fisiatri, utile per confrontarci sulle questioni che possiamo avere nelle attività lavorative/sociali e per raccontarci le semplici “eccellenze” del nostro quotidiano (si raccontano le virtù di grosse strutture o si pubblicizzano finanziamenti importanti, ma poco si dice e si sa delle occasioni promosse e portate avanti dai singoli). Insomma una PAGINA ELETTRONICA per NOI FISIATRI dove ci sia sì inclusione, ma anche CHIAREZZA e TRASPARENZA.

Non siamo una lobby professionale, ma solo una categoria lavorativa, riconosciuta nel mondo, che crede nelle potenzialità del recupero di funzioni una volta instauratasi una disabilità causata da una patologia. L’invito è ovviamente a collaborare alla crescita di questo sito con articoli (max 1 o 2 pag) sulle vostre realtà, positive o negative, in modo che si crei un luogo di confronto ma anche di informazione e conoscenza per dare un megafono all’ultimo degli ultimi ……………… e difatti inizio io che pur avendo avuto mille splendide occasioni professionali mi sono sentito sempre un fisiatra di periferia.

Dopo la crescita dei posti letto di riabilitazione negli ospedali assistiamo ora alla loro contrazione, accompagnata da un impulso delle offerte sul territorio, quindi mi rivolgo a quei fisiatri che lavorano negli ambulatori sul territorio, che certamente sono stati per anni dimenticati o considerati di serie B. Allo stesso tempo mi rivolgo a quanti esercitano nel privato che spesso devono rispondere alle richieste che le lunghe lista di attesa nel pubblico non soddisfano. Due mondi che conosco poco e che invece, “da cittadino”, vorrei conoscere meglio.

Infine, mi rivolgo ai giovani neo specialisti che rappresentano il nostro futuro, che invito a non dimenticare i “vecchietti”, pensionati e non, che rappresentano un bagaglio di conoscenze professionali e di storia, dal momento che rappresentano le fondamenta di una costruzione. L’errore, spesso perpetrato neanche troppo inconsapevolmente, è pensare che il nuovo, per dare qualità al presente, debba demolire ciò che è stato costruito nel passato. Bisognerebbe, invece, imparare a costruire migliorando ciò che i nostri “anziani” hanno fatto. Insomma bisognerebbe recuperare e ristrutturare l’esistente piuttosto che costruire nuove e brutte case.

Certo il mondo va avanti e ovviamente siamo passati dalla lettera al sms, all’email e al breve cinguettio, ma anche se i luoghi e gli strumenti del confronto e del dialogo (dal senato romano alla piazza del secolo scorso, dalla telefonata alla videoconferenza, …) cambiano, nell’uomo la voglia e la necessità di comunicare è ancora più forte. Ecco, il nostro sito dovrebbe diventare una nuova Agorà di incontro, dibattito e discussione e l’averlo nominato con il nome del nostro ruolo, di cui a volte taluni sembra che se ne vergognino, non è ovviamente un caso.

Ci riusciremo? Non lo so perché dipenderà da VOI FISIATRI, ma noi tre abbiamo ritenuto opportuno creare questa occasione. Qualcuno potrebbe dirci che ci sono già tante offerte di siti/associazioni/società/chat. E’ vero ma spesso in queste “tante offerte” non siamo riusciti ad essere compresi. Ecco perché abbiamo deciso di fare questa scommessa e di iniziare questa avventura con tutti coloro che sono affetti da fisiatrite,

A presto

David (fletzer)

18 commenti:

  1. alberto puddu

    …….ciao David, Domenico e Giancarlo
    vi ringrazio per questa nuova ed interessante iniziativa che da modo a quanti di noi abbiano necessità di esprimere una condizione di agio o disagio di trovare uno spazio “libero” per poterlo fare.
    Ma devo dirti, caro David, che se tu ti consideri un fisiatra “di periferia”, stai facendo di me il “Robinson Crusoe” della fisiatria, visto e considerato il mio status di isolato nell’isola!
    Ma al di la dele battute mi premeva darvi un segno della mia presenza per confermare, qualora ce ne fosse bisogno, il forte senso di stima ed amicizia che mi lega a voi.
    Cercherò nei prossimi giorni, se il tempo a mia disposizione me lo consente, di produrre qualcosa che possa in qualche modo contribuire a questo interessante progetto che state cercando di mettere in piedi
    per il momento vi abbraccio Alberto.

    • David Antonio Fletzer

      Grazie Alberto per le tue parole che mi riscaldano il cuore (non sempre si prova caldo con le temperature della solita estate con incendi al centro sud e grandini al sud) ma anche per aver compreso il desiderio di questa nuova iniziativa con gli amici Domenico e Guancarlo. I recenti eventi elettorali in Italia, Spagna e specialmente in Gran Bretagna dimostrano che siamo a delle svolte importanti ed il dibattito nel piccolo mondo dei Fisiatri deve aumentare per evitare di fare da semplici osservatori di decisioni importanti. A volte, sai, ci si sente in periferia pur abitando nella capitale e così mi succede negli ultimi tempi ma specialmente dai primi di maggio. Aiutaci in questa impresa
      David

  2. Caro David, e cari Domenico e Giancarlo:
    a voi (noi?) vecchietti sempreverdi molti complimenti e infiniti auguri per questa iniziativa.
    Ne do subito notizia ai miei specializzandi perché la crescita di una identità professionale della Disciplina è affidata a loro.
    Cordialmente
    Luigi Tesio

    • David Antonio Fletzer

      Carissimo Gigi
      Grazie moltissimo per i tuoi graditissimi complimenti sempre rinfrancanti specie se arrivano da una Persona che per me é sempre un esempio per la Disciplina e quindi per il Fisiatra. Come puoi immaginare ci abbiamo pensato tanto a fare questa impresa ma poi, nella differenza che ci contraddistingue ma anche nella amicizia e grande stima reciproca che ci ha sempre legati, abbiamo pensato che se ai giovani spetta la crescita dell’identità professionale a noi spetta ricordare e continuare a combattere per lasciare a loro una eredità concreta. Gli specializzandi sono spesso come noi elettori e cioé i politici se ne ricordano solo quando arrivano le elezioni mentre dobbiamo costruire con loro il presente giorno per giorno e solo il confronto può dare i migliori risultati. É importante l’inclusivitá ma nella chiarezza e nella trasparenza delle proprie posizioni.
      Mi auguro che Tu possa a breve contribuire al sito con un Tuo scritto che sintetizzi il Tuo pensiero per la crescita di questo bellissimo lavoro ovvero quello del FISIATRA.
      Un caro saluto
      David

  3. Caro Luigi,

    le tue parole testimoniano l’ímportanza di riprendere un dibattito aperto e franco per la crescita della nostra Disciplina, coinvolgendo i giovani che rappresentano una fonte di nuove idee e di energie e non solo, come pochi la pensano, uno strumento elettorale per interessi personalistici. Grazie, con stima.
    Domenico

  4. Ciao Rovere e David.
    Sono contento di questa iniziativa che spero possa dare finalmente voce a chi veramente lavora come fisiatra tutti i giorni .
    Vediamone l’evoluzione.

    • David Antonio Fletzer

      Carissimo
      Dipenderà da Voi tutti e quindi comincia a partecipare Tu stesso con notizie o esperienze Tue e cioè da Fisiatra a Fisiatri.
      Un caro saluto
      David

  5. Marco Scocchi

    Che bello leggervi tutti…!
    Mi sento come se fossi tornato a casa….dopo tanto tempo …

    • David Antonio Fletzer

      Carissimo Marco
      Hai sintetizzato lo spirito della nostra iniziativa e cioè dare una casa ai Fisiatri senza stellette e senza distinzione presunta fra persone che si credono di essere in seria A ed altri che si sentono in serie B o a volte in C. Una casa è il luogo di una famiglia dove non sempre tutti la pensano allo stesso modo e dove anche confrontandosi si può litigare ma dove tutti (i giovani ed i vecchi) lavorano onestamente per la famiglia. In una famiglia i ruoli sono differenti ma un figlio non vale di più o di meno di un nonno e le decisioni vengono prese da tutti e non solo dagli zii saccenti.
      Ben arrivato in famiglia
      Un abbraccio
      David

  6. Donatella Bonaiuti

    Carissimi,
    Complimenti per l’iniziativa che già vedo dinamica fra tutti gli appassionati come noi.
    Diffondo senz’altro il link.
    Donatella Bonaiuti

    • David Antonio Fletzer

      Carissima Donatella
      Grazie ed aiutaci a diffondere il link e mi auguro a breve in un Tuo contributo
      David

  7. Carissimi
    sono molto contento di sentire insieme tre dei componenti dell’UdP guidato abilmente ed in maniera illuminata da David Fletzer.
    Questa iniziativa contribuirà a saldare ed a incoraggiare tutti quelli che esercitano la Nostra bellissima disciplina : la FISIATRIA.
    Vi voglio bene.
    piero

    • david antonio fletzer

      Carissimo Piero
      grazie per avere ricordato un triennio dove abbiamo lavorato in un vero team e quindi senza nessuna guida se non quella di noi tutti e certamente Ti ricorderai che lo scrissi già nel programma con cui mi presentai all’assemblea nel 2008 e cioè non un programma del presidente ma di un ufficio di presidenza e penso che i fatti lo abbiano dimostrato. Le Tue parole lo confermano alla stregua di un email ricevuto il 7 giugno da parte di un Vice Presidentessa di quel triennio
      “ricordo quei tre anni di ufficio di presidenza con gran piacere perchè mi hanno dato la possibilità di conoscere meglio la Società ma soprattutto stringere rapporti di amicizia con persone qualificate e di valore come Te”.
      Ora cerchiamo lo stesso spirito con questa iniziativa.
      Un caro saluto
      David

  8. Totò Panuccio

    Carissimi miei insostituibili e preziosissimi amici, forse potrò apparire presuntuoso ma penso di conoscervi bene, dopo tanti anni di stretto contatto e di stima reciproca e sono speranzoso ma mi viene da dire sicuro che questa bellissima iniziativa susciterà a molti di noi Fisiatri il rinnovo di quella passione che negli ultimi tempi invece ……….
    Sono al vostro fianco sempre e proverò in qualche modo a dare il mio modesto contributo,ed il mio auspicio è che in tempi brevi molti di colleghi ed amici aderiscano a questo nuovo percorso.
    Già da ora con grande entusiasmo divulgherò con tutti i mezzi a mia disposizione (telefonate, sms, e-mail etcc…) tutto.
    David, Giancarlo e Domenico spero di verdervi presto.
    Con grande affetto vi abbraccio.
    Totò

    • david antonio fletzer

      Carissimo Totò
      non sei presuntuoso assolutamente e certamente spero anche io di vederTi presto ma anche di leggerTi su questo sito che sperò diventerà un luogo di incontro e confronto di tanti Fisiatri. Naturalmente mi rivolgo anche a tutti i colleghi della Tua bella terra e come sai bene ci ho tenuto tanto a chiudere il mio triennio societario con un congresso in Calabria.
      Un caloroso abbraccio
      David

      • Mariangela Dardani

        Caro David,
        bravissimi e complimenti!
        Con piacere condivido e diffondo.
        Un abbraccio
        Mariangela

        • David Antonio fletzer

          Grazie Mariangela
          Come sempre CI SEI NEI MOMENTI IMPORTANTI.
          Aspettiamo Tuoi contributi perché il territorio viene erroneamente trascurato e lo dico battendomi anche il petto da ospedaliero convinto.
          A presto ed un caro saluto
          David

  9. David Antonio Fletzer

    Vorrei, dopo aver parlato con molti di Voi, aggiungere una parola esaustiva al mio articolo ovvero BUONGIORNO FISIATRI SVEGLIATEVI e mi piace ricordare quello che dico spesso ovvero non si puó tifare contemporaneamente per la Roma e per la Lazio

Rispondi a wp_6264342 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.