SPECIALIZZANDI: Gestione del Virus SARS-COV-2: norme igieniche da rispettare per i professionisti sanitari


Medici in formazione specialistica: M. Aconstantinesei, S. Faraci, S. Tumbiolo, A. Santoro, N. Manocchio, C. Monello, M. Gaudenzi, A. Montagna

In queste ore di emergenza in cui la strategia principale è quella di “restare a casa” per evitare la diffusione del virus, il personale sanitario rimane in prima linea. Medici, Infermieri, Fisioterapisti continuano il proprio lavoro in ospedale e sul territorio ogni giorno per garantire uno stato di salute a tutti i cittadini. Ma come gestiscono questa situazione gli operatori sanitari sul territorio? Nello specifico, ogni medico fisiatra e fisioterapista deve seguire delle norme igieniche specifiche per ogni visita e trattamento domiciliare. 

All’arrivo:

1. ENTRARE IN CASA DEL PAZIENTE, SALUTANDOLO EVITANDO CONTATTI FISICI DI ALCUN TIPO (ABBRACCI, STRETTE DI MANO, BACI)

2. VALUTARE LE CONDIZIONI CLINICHE DEL PAZIENTE: SE È INSORTA TEMPERATURA FEBBRILE SUPERIORE A 37,5 ° CELSIUS, RAFFREDDORE O TOSSE, SOSPENDERE IL TRATTAMENTO FINO A NUOVA VALUTAZIONE FISIATRICA

3. LAVARSI ACCURATAMENTE LE MANI E DISINFETTARLE CON SOLUZIONI A BASE ALCOLICA (>60%)

4. INDOSSARE LA DIVISA DA LAVORO

5. INDOSSARE LA MASCHERINA

6. INDOSSARE I GUANTI 

Durante il trattamento:

7. FAR INDOSSARE LA MASCHERINA AL PAZIENTE

8. USARE ROTOLI/FAZZOLETTI DI CARTA MONOUSO DURANTE IL LAVORO

9. EVITARE DI TOCCARSI IL VISO DURANTE I TRATTAMENTI

Al termine del trattamento:

10. LAVARSI ACCURATAMENTE LE MANI E DISINFETTARLE CON SOLUZIONI A BASE ALCOLICA (>60%)

11. DISINFETTARE I DISPOSITIVI SANITARI UTILIZZATI DURANTE IL TRATTAMENTO CON SOLUZIONI IGIENIZZANTI PER LE SUPERFICI INORGANICHE (ES. A BASE DI CLORURO DERIVATI)

12. RIVESTIRSI CON I PROPRI ABITI

12. SALUTARE IL PAZIENTE EVITANDO CONTATTI FISICI DI ALCUN TIPO (ABBRACCI, STRETTE DI MANO, BACI)

Avere sempre con sé del sapone con antisettico, un flacone di gel antisettico, rotoli di carta per uso sanitario, guanti, mascherine del tipo chirurgico monouso (eviterei le mascherine più complesse, perché non indicate, eccessive e stranianti, a meno che il paziente non faccia aerosol o abbia la febbre o tossisca) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.