Il ricordo di Vincenzo Castellano

Anno: 2022 - Vol 7 / Fascicolo: 9 / Periodo: ott-dic

Autori: Calogero Foti

Nel mese di ottobre è mancato tragicamente a Casalpalocco il prof. VINCENZO CASTELLANO, clinico ben conosciuto nel mondo fisiatrico italiano e internazionale, subentrato al prof. Maglio nella responsabilità del Centro Paraplegici di Ostia prima e poi Primario all’IRCCS Clinica Santa Lucia.

Il professore, insieme all’amico Caldana ed allo stesso Maglio, è stato fra i principali precursori della riabilitazione delle persone con lesione midollare nel nostro Paese ed in tutto il contesto internazionale, ponendo le basi alla creazione dei percorsi per il loro recupero e reinserimento sociale e lavorativo anche con un’importante attività scientifica e una brillante produzione di articoli, pubblicati sulle maggiori riviste internazionali. 

Dopo l’esperienza ad Ostia il Professore ha continuato la propria attività clinica e di studio alla Clinica Santa Lucia determinando, insieme a tanti altri colleghi, alla crescita di questo importante Centro di Riabilitazione di Roma e dell’Italia, contribuendo alla sua ascesa scientifica con circa trenta pubblicazioni di rilevanza internazionale.

Dopo essere andato in pensione ha continuato l’attività clinica e di ricerca a dimostrazione del Suo interesse per la nostra Disciplina e per il bene dei pazienti da riabilitare, divenendo un punto di riferimento per i giovani fisiatri della Capitale.

Ma se, probabilmente, è superfluo, in quanto ben conosciuta a tutti, ricordare il professore dal punto di vista del medico dedito alla ricerca, è importante ricordarLo per le Sue grandi capacità umane e di empatia per qualunque interlocutore, per la Sua eleganza nei modi e nei rapporti interpersonali, e non ultimo per la Sua passione verso il mondo sportivo, come sanitario per gli arbitri della Federazione Italiana Gioco Calcio.

Una grande perdita per i figli e specie per la nostra collega Simona, ma anche per noi tutti e, quindi, FISIATRIA ITALIANA vuole essere vicino alla famiglia, ricordandolo  con stima e affetto.

                                       

Total
14
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

Iscriviti alla Newsletter!