Ricordo di Gianfranco Megna

Anno: 2021 - Volume 6 / Fascicolo: 2 / Articolo: 14 / Periodo: gen-mar

Autori: Piero Fiore
Universitá degli Studi di Foggia - Medicina Fisica e Riabilitativa
Per citare questo articolo: Fiore P. Ricordo di Gianfranco Megna. Fisiatria Italiana [Internet]. 2021 gen-mar;6(2):56-58. Disponibile su: https://www.fisiatriaitaliana.it/ricordo-di-gianfranco-megna

Sono uno dei tanti colleghi che ha avuto il privilegio e la fortuna di conoscere il Prof. Gianfranco Megna, apprezzarlo e in qualche modo condividere quella passione per la nostra disciplina – la Medicina Fisica e Riabilitativa-  e soprattutto per la cura delle persone con disabilità. Non starò qui ad elencare le numerose qualità umane, la sua gentilezza, la sua amabilità, la sua volontà ferrea, la sua solida preparazione scientifica  e la sua capacità comunicativa mostrata nel corso delle sue  indimenticabili lezioni e nei numerosissimi congressi e convegni ove è stato  invitato……

E’ nato il 10/10/1940 a Catania. Si è laureato in Medicina e Chirurgia nella città etnea e ha conseguito la Specializzazione in “Malattie Nervose e Mentali” presso l’Università di Napoli . Da lì ha seguito il suo Maestro il Prof. Eugenio Ferrari , trasferendosi presso l’Università degli Studi di Messina dal 1967 al 1971 ricoprendo il ruolo di Assistente Universitario. In quella sede ebbe modo di creare un Servizio di Riabilitazione  reclutando fisioterapisti anche al di fuori della Sicilia e sensibilizzando laureandi, specializzandi e Neurologi sull’utilità della Riabilitazione, in un periodo in cui molti consideravano tale branca come secondaria e di minor importanza . Nel 1971 si è trasferito presso l’Università degli Studi di Bari , sempre al seguito del prof. Eugenio Ferrari, ove gli venne affidato, nel 1974, l’incarico dell’insegnamento di Terapia Fisica e Riabilitazione  con annesso il Servizio e il Reparto con 14 posti letto nell’ambito dell’Istituto di Clinica Neurologica. In quegli anni 70 e precisamente nel 1978 ho avuto modo di conoscerlo durante un convegno organizzato dall’Associazione degli studenti di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari. Mi ricordo che tenne una comunicazione sulla riabilitazione delle persona con ictus cerebrale, molto seguita e partecipata che destò un mio particolare interesse. Qualche anno dopo chiesi di poter frequentare la Clinica Neurologica e il Servizio Autonomo di Terapia Fisica e Riabilitazione diretto da Lui , infatti da allora (1982) ho discusso una tesi in Terapia Fisica e Riabilitazione e successivamente nello stesso anno mi sono iscritto al primo anno della Scuola di Specializzazione in Neurologia frequentando il Suo Servizio e Reparto. Questo periodo per il Prof. Gianfranco Megna è stato particolarmente intenso oltre all’attività assistenziale e didattica era impegnato a partecipare ai numerosi Convegni  e Congressi in ambito Nazionale e Internazionale . Nel 1983 è stato nominato Prof. Associato  e nel 1986 ha ricoperto il ruolo di Professore Straordinario e successivamente Ordinario di Medicina Fisica e Riabilitativa presso l’Università degli Studi di Bari . Dal 1983 è stato eletto dapprima direttore della Scuola Universitaria diretta a Fini Speciali per Terapisti della Riabilitazione, carica che ha mantenuto anche negli anni successivi in cui si è stato introdotto prima il Corso di Diploma Universitario per fisioterapisti e successivamente il Corso di Laurea Triennale per fisioterapisti.  Dal 1980 fino al 2010, Il Prof. Megna ha ricoperto il ruolo di Consulente dell’IRCSS della Fondazione Salvatore Maugeri di Cassano delle Murge ove in quel Centro di Riabilitazione hanno prestato la loro opera assistenziale  dei suoi valenti collaboratori  : i colleghi Fisiatri Sergio Calabrese, Roberto Nardulli, Vincenzo Monitillo, Angela Craca, Marina Del Prete e Vincenzo Multari. Nell’Istituto di Clinica Neurologica  aveva formato un gruppo di colleghi fisiatri che hanno collaborato per un lungo periodo con lui : Lucio Bandiera, Maria Teresa Pangrazio, Sabino Damiani, Giancarlo Ianieri , Elena Tripaldi, Maurizio Ranieri  e me stesso . Durante questo decennio ha conseguito i diplomi di Specializzazione in Fisiatria e Neuropsichiatria Infantile e nel 1987 è stato eletto Presidente Nazionale della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa, carica che ha ricoperto per due mandati fino al 1990, succedendo al Suo carissimo amico e collega Luigi Caldana. In qualità di Presidente della SIMFER è stato particolarmente attivo nella valorizzazione della figura del medico Fisiatra in tutti i setting assistenziali (in ambito ospedaliero, extraospedaliero e territoriale) in qualità di coordinatore del Team costituito dai Terapisti della Riabilitazione (In quel periodo con questo termine  venivano comprese le attuali figure professionali dei fisioterapisti, terapisti occupazionali e logopedisti). A tal proposito ricordo  che insieme a tutto il CdP della SIMFER e del SIMFIR si oppose in maniera decisa al progetto di legge che mirava all’inserimento indiscriminato, in ambito riabilitativo, dei Diplomati ISEF ; alla stessa maniera in tutte le occasioni  ha difeso la titolarità del Medico Fisiatra in qualità di Primario o Responsabile  dei Reparti e Servizi di Medicina Fisica e Riabilitazione.  Nel decennio successivo 1990-2000 oltre alla pubblicazione di numerosi lavori scientifici su riviste indicizzate , insieme ai suoi stretti collaboratori ha realizzato nel 1993 il “Manuale di Riabilitazione “ Editeam Editore e successivamente con il collega Pietro Achille due interessanti libri sulla Storia della Medicina Fisica e Riabilitazione (dalle origini ad oggi). Dal 1994 fino al 1998 gli è stato affidato l’insegnamento di Medicina Fisica e Riabilitativa presso la Seconda Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari con sede a Foggia costituendo un “primo accesso” della nostra disciplina nella istituenda Università di Foggia, dove attualmente ho il piacere e l’onore di dirigere la Cattedra e la Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitativa con il valido sostegno del Prof. Andrea Santamato. Il Prof. Megna è stato anche tra i fondatori  e (Presidente in carica per due anni ) della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica e negli anni ha  sviluppato la ricerca in Riabilitazione ed è stato un ponte costante tra la cultura neurologica e quella fisiatrica. Un’altra importante innovazione dal punto di vista assistenziale è stata nel 1998  l’Istituzione presso l’Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari (Padiglione Asclepios) dell’Unità Spinale Unipolare , unica nell’Italia Meridionale, che ha diretto fino al 2010, anno in cui è andato in pensione .  Durante questo periodo  (fino al 2010) oltre ai carissimi proff. Maurizio Ranieri e Marisa Megna si è avvalso della valida collaborazione dei colleghi ospedalieri Giancarlo Ianieri, Sabino Damiani, Giuseppina Lelli, Angelo Paolo Amico, Laura Macchia, Luisa De Palma, Patrizia Dicillo, Giuseppa Lagioia e Giuseppina Frasca. Tutti questi anni vissuti intensamente da grande Maestro, Medico Fisiatra e strenuo difensore della nostra Disciplina  saranno sempre nella nostra memoria – ad esempio imperituro- e in quella  dei numerosi colleghi che si sono specializzati e si sono formati presso l’Università di Bari e Foggia.

Purtroppo è venuto a mancare in un periodo tristissimo come tutti quei colleghi medici deceduti a causa del Covid19 . Sono sicuro che da Uomo di grande Fede Religiosa sia stato confortato dal Suo Angelo Custode che lo ha anche accompagnato durante tutta la Sua esistenza e da lassù guidi la Sua Famiglia : la  carissima moglie Rosalba, le figlie dilette Marisa e Valentina e le sue affettuosissime nipoti.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts

Iscriviti alla Newsletter!